IeFP

La IeFP (Istruzione e Formazione Professionale) rappresenta uno dei canali, insieme alla scuola secondaria superiore e all’apprendistato, validi per l’assolvimento dell’obbligo di istruzione e del diritto-dovere all’istruzione e formazione. Di fatto, la qualifica triennale IeFP costituisce il primo esito possibile (in termini di durata) per un uscita dal sistema formativo verso il mondo del lavoro nel quadro di un pieno adempimento degli obblighi di legge.

Dal 2010-11 il sistema IeFP costituisce pertanto offerta ordinamentale del sistema educativo nazionale, prevedendo il rilascio di qualifiche in esito ai percorsi triennali e di diplomi in esito ai quarti anni di formazione, con riferimento alle figure professionali contemplate nel Repertorio nazionale che annovera 22 figure per la qualifica e 21 per il diploma.

Annualmente l’Inapp realizza una rilevazione sui percorsi di IeFP finalizzata ad acquisire informazioni quantitative e qualitative, al fine di redigere, per conto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, un rapporto di monitoraggio che descrive l’avanzamento del sistema. Si tratta di una rilevazione a titolarità congiunta Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Ministero dell’Istruzione, effettuata grazie al contributo dei referenti regionali delle 21 Regioni e Province Autonome, i quali raccolgono i dati qualitativi e quantitativi presso i rispettivi territori. L’attività è svolta ai sensi dell’annuale decreto del MLPS con il quale vengono finanziati i percorsi di IeFP.

Il quadro conoscitivo che di anno in anno viene ricostruito comprende aspetti inerenti i percorsi triennali e quadriennali di IeFP, con riferimento all’offerta formativa (corsi), alla partecipazione (iscritti), agli esiti (qualificati e diplomati), con un consistente ventaglio di disaggregazioni: per tipologia di percorso, per figura professionale, età, genere, presenza di utenti di origine straniera, per allievi con disabilità, ecc.. Infine, vengono rilevati i dati riguardanti le risorse finanziarie impegnate ed erogate dalle Amministrazione, con il dettaglio della fonte di finanziamento, della destinazione d’uso e delle quote trasferite a livello provinciale.