Inapp Report

Competitività e mercato del lavoro: alcune evidenze per le politiche pubbliche

Novembre, 2022

Ricci Andrea , Scicchitano Sergio

L’obiettivo principale del volume è quello di presentare un quadro analitico coerente nel quale analizzare alcuni importanti interventi di policy per il lavoro: il contratto di apprendistato per aumentare l’occupazione delle coorti dei giovani under 30 e gli incentivi fiscali – legati più o meno direttamente al Piano Industria 4.0 – per promuovere gli investimenti delle imprese. In tale contesto si esamina se e in che misura un cambiamento tecnologico task biased si accompagna a una polarizzazione della struttura dell’occupazione e dei salari nei mercati locali. Il volume si conclude con uno studio che utilizza un modello di micro-simulazione relativo all’Assegno unico universale.

Verso lo smart working? Un'analisi multidisciplinare di una sperimentazione naturale

Settembre, 2022

Zucaro Rosita

Il report è uno studio interdisciplinare sulla prima diffusione massiva del lavoro da remoto, il cui obiettivo è proporre policy utili a un’implementazione strategica dello smart working, valorizzandone le opportunità ed arginandone i nodi critici. La metodologia di ricerca seguita si articola in tre macroaree di analisi, che ne osservano la complessità da diverse angolazioni, e in particolare giuridica, economica, sociologica, psicologica e statistica. Si fornisce un’analisi delle prospettive con uno sguardo anche ai rischi più insidiosi, ed esponenzialmente destinati ad aumentare, come quelli legati al cyberspazio, alla pervasività delle intelligenze artificiali o a quella sensazione di sentirsi perennemente connessi o sotto controllo.

Il premio di risultato nella contrattazione collettiva in Italia. Evoluzioni e modifiche a seguito dello shock pandemico

Settembre, 2022

Paliotta Achille Pierre , Resce Massimo

Lo studio affronta la problematica del premio di risultato (PdR) nella contrattazione collettiva in Italia, soffermandosi sulle recenti evoluzioni, con particolare riferimento allo shock pandemico. Partendo dalle tendenze generali registrate nella contrattazione di primo livello, il testo analizza l’andamento del PdR nella contrattazione di secondo livello (aziendale e territoriale) e delle principali variabili quali il welfare occupazionale, la partecipazione agli utili e la partecipazione paritetica.

Dal ReI al RdC: il lavoro del territorio nell’attuazione delle misure di contrasto alla povertà

Agosto, 2022

Ancora Anna , Giuliano Giovannina Assunta

Il rapporto raccoglie i risultati relativi alla fase di campo realizzata con l’indagine Implementazione del ReI e passaggio al RdC, che si caratterizza per un’elevata copertura delle unità di rilevazione su tutto il territorio nazionale, restituendo una mappa completa a livello di sistema territoriale dei principali servizi coinvolti nell’attuazione delle misure di contrasto alla povertà. Inoltre, valuta, da un punto di vista organizzativo e funzionale all’implementazione della misura, i processi di attuazione e integrazione dei servizi (sociali e lavoro), inclusi i rapporti con i beneficiari e focalizza l’attenzione sul delicato momento di passaggio dal ReI al RdC.

I divari sulle competenze. Approfondimenti territoriali e in ottica di genere

Luglio, 2022

Il rapporto ha l’obbiettivo di ampliare l’analisi sulle competenze degli adulti con approfondimenti di carattere territoriale e in un’ottica di genere. Altri approfondimenti riguardano la comparazione internazionale sui livelli e sulle caratteristiche delle competenze, prendendo i risultati dei tre round condotti nell’ambito del primo ciclo di PIAAC. Una peculiarità del rapporto è data dall’utilizzo di differenti fonti di dati, a volte integrate tra loro, che permettono di studiare aspetti inerenti ai percorsi di apprendimento e i rendimenti del capitale umano.

Politiche e servizi di welfare a sostegno delle famiglie: il caso dei centri per le famiglie nella Regione Piemonte

Febbraio, 2022

Ruggeri Viviana

Il Report presenta i risultati di una ricerca intervento condotta con l’obiettivo di approfondire le caratteristiche dei Centri per le Famiglie di uno specifico territorio, il Piemonte, e fornire alcune indicazioni di policy sia ai referenti istituzionali, sia agli stakeholder, nella prospettiva di programmare interventi il più possibile connessi ai bisogni, espressi e potenziali, delle famiglie e del territorio. La Regione Piemonte, tra le Regioni italiane, costituisce uno dei casi più avanzati di sviluppo e coordinamento dei Centri per le Famiglie che vedono nella cura e promozione dei legami intra ed extra familiari, il cuore della propria missione.

Digitalizzazione e invecchiamento della forza lavoro nel settore dei servizi. I risultati di uno studio sui settori sanitario e bancario/assicurativo durante la crisi pandemica

Febbraio, 2022

Checcucci Pietro , D'Agostino Luisa , Iadevaia Valeria

Il testo presenta i risultati dell’ultima annualità del progetto di ricerca triennale Innovazione tecnologica e invecchiamento della forza lavoro, dedicato al rapporto tra digitalizzazione e invecchiamento dei lavoratori nel settore dei servizi, con un focus qualitativo sui servizi sanitari e finanziari (bancario e assicurativo). Lo studio, realizzato con interviste in profondità online per le esigenze di distanziamento imposte dall’emergenza Covid-19, analizza le trasformazioni in atto in tali settori alla luce del processo di invecchiamento che coinvolge sia i lavoratori che l’utenza, considerando anche le strategie attuate per fronteggiare la pandemia e le prospettive future di ripresa.

Le policy europee di contrasto alla crisi Covid-19: un'analisi di genere

Gennaio, 2022

Esposito Monica , Rizzo Alessandro

Il rapporto restituisce i risultati di un’attività di ricerca volta ad analizzare in una prospettiva di genere l’insieme delle misure varate dai governi dei Paesi EU 27 per il contrasto agli effetti socio-economici della pandemia di Covid-19. Viene pertanto fornita una panoramica delle policy di contrasto dei Paesi europei alla crisi provocata dalla pandemia, articolata in relazione alle misure di politica fiscale e monetaria, di tutela dell’occupazione e dei redditi e per il sostegno delle esigenze di cura e alla fragilità economica, verificando – secondo la logica dell’approccio duale – la presenza di interventi dedicati alla componente femminile del mercato del lavoro e, parallelamente, le principali implicazioni in chiave di genere.

La disciplina del contratto di apprendistato dopo il Jobs Act. Normativa, dottrina e giurisprudenza

Dicembre, 2021

Gentilini Debora , Occhiocupo Giuditta

Il rapporto di ricerca contiene un’analisi giuslavoristica della disciplina del contratto di apprendistato, a seguito delle novità introdotte dal D.Lgs. 15 giugno 2015, n. 811 (c.d. Jobs Act) e s.m.i., nel contesto delle riforme del mercato del lavoro dell’ultimo decennio che hanno investito tale tipologia contrattuale al fine di trasformarla nella modalità prevalente di inserimento lavorativo dei giovani. Partendo dalla ricostruzione dei più importanti interventi UE in materia di apprendistato, sono stati analizzati i principali elementi che caratterizzano tale istituto contrattuale e che emergono dalla lettura interpretativa della normativa nazionale e regionale di riferimento, tenuto conto dei recenti orientamenti della dottrina e della giurisprudenza, al fine di mettere in evidenza i punti di forza e le criticità dell’apprendistato, nonché le ragioni che ne hanno impedito il pieno decollo, malgrado gli incentivi economici e normativi, volti a renderlo uno strumento appetibile per le imprese e per gli operatori del mercato del lavoro.

Innovazione e transnazionalità: l’esperienza dei partenariati strategici Erasmus+

Dicembre, 2021

Trani Francesca

Il rapporto restituisce i risultati di un’indagine realizzata dall’Agenzia nazionale Erasmus+ Inapp finalizzata ad analizzare le trasformazioni incoraggiate dall’implementazione a livello nazionale dell’azione decentrata 'partenariati strategici' (VET) del programma, focalizzando l’attenzione sulle esperienze concluse. La ricerca si è concentrata sugli esiti di tale azione, esaminando i risultati generati con riferimento ad alcune peculiari aree di interesse dell’agenda europea in ambito education&training.

Imprese, lavoro e politiche pubbliche: analisi ed evidenze empiriche

Novembre, 2021

Brunetti Irene , Ricci Andrea

La riforma del mercato del lavoro (Jobs Act), l’introduzione di programmi e incentivi per favorire l’occupazione (garanzia giovani, contratto di apprendistato ecc.), le modifiche agli assetti delle relazioni industriali e il Piano Nazionale Industria 4.0 rappresentano solo alcuni degli interventi di policy che a partire dal 2014 hanno provato a modificare i nodi strutturali/endogeni che frenano crescita economica e sociale della nostra economia. Il presente rapporto costituisce un tentativo di mettere in relazione alcuni di questi interventi e la recente evoluzione del tessuto produttivo e occupazionale italiano, ponendo particolare attenzione al tema dell’organizzazione del lavoro, della competitività e dell’innovazione tecnologica.

Apprendistato in evoluzione. Traiettorie e prospettive dei sistemi duali in Europa e in Italia

Ottobre, 2021

D'Agostino Sandra , Vaccaro Silvia

Da decenni l’Italia è impegnata nel rilancio dell’apprendistato, con l’obiettivo di elevare i livelli di qualificazione dei giovani, contenere l’abbandono scolastico e contrastare la disoccupazione. L’ultimo intervento per la costruzione di una ‘via italiana al duale’, che coniuga l’acquisizione di una qualifica rilasciata dal sistema di IeFP con l’inserimento lavorativo, ha prodotto risultati che segnalano varie criticità. Nel frattempo, l’insorgere della pandemia ha accresciuto il problema dell’inserimento dei giovani nel mercato del lavoro, per cui nel PNRR si torna a proporre un intervento di riforma dell’apprendistato a sostegno dell’occupazione. Con l’obiettivo di offrire riflessioni utili ad un nuovo disegno dello strumento, si indagano le traiettorie di evoluzione che negli ultimi decenni hanno attraversato i sistemi duali di alcuni Paesi europei – Austria, Francia, Germania, Svizzera – in un processo di graduale trasformazione resosi necessario per fronteggiare l’impatto dei megatrend globali, tra i quali l’innovazione tecnologica, la globalizzazione, il cambiamento demografico.

Dalle figure nazionali IeFP ai profili regionali: curvatura del Repertorio pre-revisione e governance locale

Luglio, 2021

Giovannini Fabrizio , Santanicchia Marta

Il Rapporto presenta i risultati di un percorso di analisi del Repertorio di IeFP, condotto nel periodo 2018- 2020 e collegato al monitoraggio che Inapp realizza annualmente sulla filiera di IeFP. Il testo riporta una mappatura delle modalità di curvatura dello standard nazionale pre-revisione in tutte le regioni, mostrandone i due estremi: dalla totale assenza di adattamento al fabbisogno locale di competenze, ad interventi di specificazione fine dello standard. L'analisi si orienta poi sui processi di governance soggiacenti alle azioni di specificazione dello standard, mettendo in evidenza tre casi regionali (Emilia- Romagna, Toscana, Veneto) e offrendo, nelle riflessioni conclusive, indicazioni per la definizione di politiche dell’apprendimento sostenibili, basate sul trattamento delle competenze.

Più Europa nelle VET policy per l’Italia: guardando al modello della Terra dei Polder

Luglio, 2021

D'Amico Tiziana

In ottica di ripresa e con il supporto dalle risorse messe in campo con il Next Generation EU, il sistema VET assume un ruolo cruciale per il nostro Paese. La necessità di creare opportunità d’impiego di qualità, sostenendo l’apprendistato e consolidando il sistema dell'istruzione e della formazione professionale, implica la realizzazione di un sistema VET flessibile, nel quale IVET e CVET interagiscano, di modo che il life long learning si concretizzi in opportunità evolutive e di crescita professionale per ogni individuo nel corso della vita. Per queste ragioni il sistema VET neerlandese - con il suo rapporto simbiotico tra IVET e CVET, malgrado alcune criticità che potrebbero rivelarsi più utili dei ben noti successi - potrebbe essere un modello al quale guardare con attenzione per progettare e implementare nuove VET policy in Italia.

I framework teorici del secondo ciclo di PIAAC. Volume 2. Il framework concettuale del questionario di background

Maggio, 2021

Secondo volume del rapporto che presenta le traduzioni in lingua italiana dei Framework teorici del secondo ciclo di PIAAC (Programme for the International Assessment of Adult Competencies) elaborati dall’OCSE (versione draft, rilasciata nel marzo 2019). Nello specifico, il secondo volume raccoglie la traduzione del framework concettuale del questionario di background.

I framework teorici del secondo ciclo di PIAAC. Volume 1. I framework di valutazione dei domini di literacy, numeracy e adaptive problem solving

Maggio, 2021

Primo volume del rapporto che presenta le traduzioni in lingua italiana dei Framework teorici del secondo ciclo di PIAAC (Programme for the International Assessment of Adult Competencies) elaborati dall’OCSE (versione draft, rilasciata nel marzo 2019). Nello specifico, il primo volume raccoglie le traduzioni dei framework di valutazione dei domini di Literacy, Numeracy e Adaptive Problem Solving.

L’obiettivo innovazione nella contrattazione di secondo livello

Ottobre, 2020

Marocco Manuel , Resce Massimo

Il report presenta i risultati di uno studio condotto per approfondire le caratteristiche delle aziende che hanno fatto richiesta di accesso al beneficio fiscale della detassazione del salario variabile riformato dalla legge di Stabilità per il 2016. Obiettivo generale dell’indagine è stato quello di verificare l’esito della policy, nella doppia direzione del radicamento ulteriore della contrattazione decentrata e della reale utilità dei premi sul salario accessorio nello stimolare incrementi di performance e contestualmente di verificare l’importanza dell’innovazione nella competitività aziendale.

Formarsi per il lavoro: gli occupati dei percorsi IFTS e IeFP

Ottobre, 2020

Carlini Andrea , Crispolti Emmanuele

L'indagine, condotta nel corso del 2018, costituisce un tassello importante per arricchire il patrimonio conoscitivo sull’efficacia dei percorsi professionalizzanti e, più in generale, sulle caratteristiche evolutive delle transizioni scuola-lavoro. Sono state considerate tre distinte popolazioni, relative a due filiere formative, ovvero gli allievi qualificati e diplomati in uscita dai percorsi IeFP e gli specializzati nei percorsi IFTS.

La mobilità transnazionale e le imprese: l'esperienza di Leonardo da Vinci e di Erasmus+

Ottobre, 2020

Grisoni Roberta

Mobilità e imprese, due temi chiave nel programma Erasmus+ che meglio di altri identificano l’ambito dell’istruzione e formazione professionale. È intorno a questi due temi che si sono sviluppate le indagini condotte dall’Agenzia nazionale Erasmus+ INAPP i cui risultati, raccolti nel presente volume, delineano uno scenario complesso e composito che, nelle sue molteplici sfaccettature, permette di cogliere distintamente, fra le tante luci e ombre che lo contraddistinguono, i contorni di uno spazio comune, dove le persone sono libere di transitare – senza vincoli di età, genere, condizioni socioeconomiche, svantaggio – da un contesto di apprendimento a un altro, da un luogo a un altro, da un lavoro a un altro, traendo il massimo vantaggio dalle conoscenze e competenze possedute.

EQAVET e la qualità della IeFP in Italia. Report finale

Luglio, 2020

Carlini Daniela , Evangelista Laura

Vengono presentati i risultati di una ricerca che raccoglie e analizza materiali ed informazioni utili a descrivere il ciclo della qualità nel sistema della formazione delle 21 Regioni e Province autonome italiane, con una particolare attenzione alle modalità di implementazione della Raccomandazione EQAVET e ai progetti regionali di formazione e aggiornamento dei formatori. Si propone inoltre un’indagine esplorativa sui formatori, mirata a ricostruirne il profilo professionale e i percorsi di aggiornamento e autoformazione, nella convinzione che la professionalizzazione delle risorse umane sia il fattore chiave per il miglioramento della qualità.

I lavoratori maturi nel processo di digitalizzazione dell'industria italiana: innovazione tecnologica e strategie per l'occupabilità

Giugno, 2020

Checcucci Pietro

Il testo presenta alcuni risultati del progetto di ricerca triennale Innovazione tecnologica e invecchiamento della forza lavoro. Lo studio, attuato per mezzo di focus group, ha ripercorso le dimensioni di age management modellizzate nell’ambito delle precedenti ricerche Inapp, identificando chiavi di lettura che mettessero in evidenza le trasformazioni in atto nelle industrie manifatturiere italiane, come conseguenza della digitalizzazione dell’economia, e le eventuali connessioni con il fenomeno dell’invecchiamento progressivo della forza lavoro.

Accountability e trasferibilità delle buone prassi Erasmus+

Dicembre, 2019

Trani Francesca

L'approfondimento degli esiti dei dispositivi di finanziamento europei rappresenta un ambito di particolare attenzione, perché garantisce trasparenza verso i cittadini e fornisce spunti ai decisori istituzionali in fase di riprogrammazione. La ricerca ha approfondito il valore aggiunto apportato dalla cooperazione transnazionale in ambito istruzione e formazione, all'innovazione e modernizzazione dei sistemi di riferimento, mettendo in luce i risultati raggiunti.

Terzo settore e servizi di welfare

Settembre, 2019

Turchini Annalisa

Il report illustra i risultati di un’indagine svolta dall’Inapp nel 2017, finalizzata ad approfondire il segmento specifico dell’offerta di servizi sociali da parte degli enti non profit, per contribuire al miglioramento delle conoscenze in materia attraverso dati statistici attendibili e originali.

Lavoratori maturi e nuova occupabilità. L'innovazione tecnologica 4.0 in due studi territoriali

Settembre, 2019

Checcucci Pietro

Lo scopo dello studio presentato nel Rapporto è quello di esplorare le esigenze di innovazione e digitalizzazione delle imprese italiane che potrebbero ostacolare la permanenza al lavoro dei lavoratori maturi o determinare l'uscita prematura. L'obiettivo del lavoro è stato quello di realizzare un primo inquadramento del contesto, funzionale alla realizzazione di successivi approfondimenti tematici e settoriali.

Report sull'economia delle piattaforme digitali in Europa e in Italia

Dicembre, 2018

Guarascio Dario

Il rapporto analizza il fenomeno dell'economia delle piattaforme digitali adottando una prospettiva interdisciplinare e ponendo l'accento sulle implicazioni economiche, sociologiche e giuridiche dello stesso fenomeno. Fornisce una rassegna delle diverse tassonomie proposte in letteratura, proponendo una mappatura delle principali piattaforme operanti in Europa ed in Italia, evidenziandone dinamiche economiche ed occupazionali.

Imprese, produttività e salari: evidenze per un'analisi delle politiche per il lavoro

Ottobre, 2018

Ricci Andrea

Vi è un’ampia serie di fattori di natura macro e microeconomica, sociali ed istituzionali, che concorre alla fragilità del nostro tessuto produttivo e alle connesse difficoltà di funzionamento del mercato del lavoro. Tra questi fattori: l'eccessiva frammentazione del sistema imprenditoriale; la specializzazione in settori a tecnologia matura; competenze professionali inadeguate. Obiettivo principale del volume è quello di delineare un quadro analitico coerente attraverso cui esaminare la relazione che connette i principali “oggetti” delle politiche per il lavoro, l’evoluzione della produttività e dei salari in Italia, ponendo un’attenzione specifica al tema dell’investimento in formazione on the job e al ruolo dell’eterogeneità delle imprese.

VET e fabbisogni professionali. Le qualificazioni della meccanica

Settembre, 2018

Giovannini Fabrizio

Il presente lavoro costituisce l’esito dell’opera di composizione di uno strumento metodologico volto a fornire informazioni sulla capacità dei Repertori della filiera lunga VET (IeFP, IFTS e ITS) di corrispondere armoniosamente alle richieste del mercato del lavoro. Ciò anche nell’ottica di procedere alla revisione degli standard IeFP e IFTS, attività necessaria non solo per adempiere agli obblighi di legge che ne prevedono periodici aggiornamenti, ma anche per assicurare la massima coerenza tra le competenze previste dai Repertori stessi e le richieste del mercato.

Reti di imprese come sistemi dinamici. Uno studio sul modello organizzativo delle competenze

Giugno, 2018

Vaiasicca Anna

La ricerca si basa sull’analisi qualitativa di nove Contratti di rete di imprese che hanno consolidato attività e progetti di lavoro in comune. I risultati dello studio hanno consentito di focalizzare le competenze del management di rete, nella fondamentale funzione che esso assolve nell’ottimizzare la combinazione delle expertise eccellenti di volta in volta interessate a specifici progetti produttivi, e nel promuovere cooperazione e coesione tra le imprese costituenti la rete. Ulteriori ambiti di approfondimento riguardano le modalità con cui, nelle reti di imprese, si integrano e si sviluppano le conoscenze e le competenze, consentendo la crescita di un know-how diffuso.

Dal luogo alla persona. Analisi di nuove opportunità di apprendimento in contesti non formali ed informali.

Giugno, 2017

Premutico Davide

La pubblicazione si basa su un’indagine condotta attraverso metodologie e tecniche di ricerca qualitativa relativa a 5 casi di studio. Si tratta di realtà e ambiti molto differenti tra loro. In particolare hanno riguardato: la biblioteca di Salaborsa di Bologna, la biblioteca Renato Nicolini di Roma (zona Corviale), l’Associazione nazionale di volontariato Antas per le terapie Alternative e Solidali di Roma, i percorsi di apprendimento esperienziale nelle professioni a sostegno della maternità e in ultimo l’educazione all’imprenditorialità: la nascita delle startup.

Età e invecchiamento della forza lavoro nelle piccole e medie imprese italiane

Gennaio, 2017

Checcucci Pietro , Fefe Roberta , Scarpetti Giuliana

Il volume si inserisce sul dibattito relativo all'innalzamento dell'età media delle forze lavoro, presentando i risultati di una recente indagine campionaria sulle piccole e medie imprese private italiane, condotta nell’ambito delle attività di analisi commissionate dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali, per accompagnare i processi di riforma e l’attuazione delle politiche del lavoro e della formazione, anche in rapporto agli impegni assunti nell’ambito della Strategia Europa 2020.

Intangible asset survey : i risultati della Rilevazione statistica sugli investimenti intangibili delle imprese

Dicembre, 2016

Angotti Roberto

Il volume presenta i risultati della prima indagine nazionale sugli investimenti intangibili delle imprese (Intangible Assets Survey, Sistan ISF-00059) realizzata in collaborazione con ISTAT e finalizzata ad analizzare la diffusione degli asset intangibili, i livelli di spesa in capitale immateriale e la durata degli effetti da essi prodotti. Lo studio analizza tali investimenti mostrando la relazione esistente tra i processi di innovazione, le strategie formative e altri asset quali: la ricerca e sviluppo, il design, l’acquisizione di software, l’immagine, la reputazione aziendale e i marchi, l’organizzazione aziendale e il miglioramento dei processi gestionali e produttivi.