Policy Brief

Ricorso al lavoro accessorio e domanda di lavoro discontinuo

Luglio, 2018

Centra Marco , Filippi Michelangelo , Marocco Manuel , Quaranta Roberto , Sacchi Stefano

Il lavoro intermittente (a chiamata) e il lavoro accessorio (retribuito attraverso i voucher) sono stati gli istituti più utilizzati nell'ultimo decennio per rispondere alla domanda di lavoro discontinuo. Si verifica un effetto travaso tra i due in corrispondenza dell’irrigidimento della regolazione di uno o dell’altro strumento. Esiste una domanda di lavoro discontinuo genuinamente motivata da esigenze di carattere organizzativo-produttivo anziché dalla volontà di utilizzare strumenti legali per occultare lavoro sommerso. Essenziale è la piena e rigorosa tracciabilità degli strumenti.

Digital platform in Italy. An analysis of economic and employment trends

Giugno, 2018

Guarascio Dario , Sacchi Stefano

Digital platforms such as Google, Facebook or Amazon, but also Foodora or Deliveroo are now an integral part of the daily lives of billions of people. Italy is no exception. This policy brief analyses the recent economic and employment dynamics of the main digital platforms operating in Italy.

Le piattaforme digitali in Italia. Un'analisi della dinamica economica e occupazionale

Giugno, 2018

Guarascio Dario , Sacchi Stefano

Le piattaforme digitali quali Google, Facebook o Amazon, ma anche Foodora o Deliveroo sono oramai parte integrante della vita quotidiana di miliardi di individui. L'Italia non fa eccezione. Questo policy brief analizza la dinamica economica e occupazionale recente delle principali piattafor me digitali operanti in Italia.

Natura delle mansioni e dinamica dell'occupazione italiana

Giugno, 2018

Gualtieri Valentina , Guarascio Dario , Quaranta Roberto

Esiste una relazione tra cambiamento tecnologico, natura delle mansioni e dinamica occupazionale italiana? Il policy brief risponde al quesito fornendo evidenza circa il legame tra dinamica occupazionale delle singole professioni, natura delle mansioni (maggiore o minore “routinarietà”) e dinamica economica (domanda, investimenti in capitale fisico e in R&S) dei settori dove le professioni vanno a distribuirsi. I risultati mostrano come le professioni caratterizzate da una prevalenza di mansioni routinarie tendano ad essere penalizzate in termini di dinamica occupazionale. Disponibile anche in versione EN

Routine tasks and the dynamics of italian employment

Giugno, 2018

Gualtieri Valentina , Guarascio Dario , Quaranta Roberto

Is there a relationship between technological change, tasks and the dynamics of Italian employment? To answer this question, we explore the linkage between: employment dynamics at the occupation-level, tasks’ characteristics (degree of “routinarity”) and economic dynamics (demand, investments in physical capital and in R&D). The results show that occupations characterized by a prevalence of routine tasks are significantly penalized in terms of employment dynamics.

Il punto su donne e lavoro

Marzo, 2018

Canal Tiziana , Gualtieri Valentina

Nel 2017 il mercato del lavoro italiano ha registrato un record storico nel tasso d’occupazione femminile: il 49,1% delle donne 15-64enni era occupato nel terzo trimestre 2017. Partiamo da tale risultato per offrire un quadro su alcuni aspetti, che tendono a caratterizzare la componente femminile nel mercato del lavoro, comparando uomini e donne nel periodo 2008-2016

Demografia imprenditoriale e tessuto produttivo in Italia

Febbraio, 2018

Ferri Valentina , Ricci Andrea , Sacchi Stefano

Lo studio evidenzia che le imprese guidate da un imprenditore o da un manager laureato hanno una maggiore propensione ad assumere personale altamente qualificato, nonché femminile.

Cambiamento tecnologico, mansioni e occupazione

Novembre, 2017

Quaranta Roberto , Gualtieri Valentina , Guarascio Dario

Tra il 2011 e il 2016 le professioni che sono cresciute maggiormente sono riconducibili ad attività caratterizzate da elevata intensità tecnologica e innovazione organizzativa. Addetti al marketing, tecnici della produzione, progettisti di software sono alcuni dei mestieri più richiesti dal mercato. Mostrano invece una decrescita le professioni riconducibili ad attività a bassa intensità tecnologica.

La dinamica dell'occupazione indipendente e del lavoro subordinato

Novembre, 2017

Centra Marco , Gualtieri Valentina

In Italia negli ultimi dieci anni in flessione costante tutte le forme di lavoro indipendente ad eccezione dei professionisti. Dal 2014 l'aumento del numero di occupati è dovuto esclusivamente all'occupazione dipendente, cresciuta di 834mila unità. Crescono i tassi di conversione dei rapporti di collaborazione verso il lavoro subordinato, sia a termine che a tempo indeterminato.

Esiti dell'istruzione terziaria sul mercato del lavoro

Settembre, 2017

Centra Marco , Ricci Andrea

Negli ultimi anni si è diffusa in Italia la convinzione secondo cui, ai fini dell’ingresso nel mondo del lavoro, “studiare non serve”, e in particolare non serve laurearsi: eppure la ricerca dell’Inapp dimostra il contrario. L’investimento in istruzione migliora infatti le prospettive occupazionali dei giovani (20-34 anni) in ingresso nel mercato del lavoro, e questo è vero a prescindere dall’ambito disciplinare del titolo di studio.

Rischio di perdita dell'impiego. Gli italiani favorevoli a nuove forma di tutela.

Agosto, 2017

Mandrone Emiliano

Consenso per i nuovi schemi di assicurazione dal rischio di perdita dell’impiego. Un mondo del lavoro che cambia continuamente ha bisogno di nuove forme di tutela. Interessante è la proposta del ministro dell’Economia Padoan riguardo un’assicurazione europea contro la disoccupazione. L’Inapp ha inserito nell’indagine Plus 2016 un quesito specifico per capire come potrebbe essere accolta un’idea di questo tipo.