Rapporti tecnici

Rapporto INAPP 2022. Relazione del Presidente Sebastiano Fadda

Novembre, 2022

INAPP ; Fadda, Sebastiano

Relazione del Presidente dell'INAPP, in occasione della presentazione del Rapporto istituzionale 2022. I temi affrontati: l'evoluzione del mercato del lavoro; le politiche del lavoro attive e passive; competenze e professioni; lo stato e le prospettive della formazione professionale; il welfare.

Breve disamina degli algoritmi di intelligenza artificiale (aspetti tecnici e metodologici)

Novembre, 2022

Lovergine, Saverio

Negli ultimi anni l'interesse per l'Intelligenza artificiale (IA) è cresciuto in diversi settori economici e ambiti di policy. L'IA è sempre più indirizzata verso la creazione di sistemi intelligenti in grado di collaborare efficacemente con gli esseri umani, inclusi alcuni modi creativi per lo sviluppo di modalità interattive e scalabili. Il contributo propone una breve panoramica, senza pretesa di esaustività, delle tecniche cardine ascrivibili all'AI (algoritmi di machine learning, reti neurali e deep learning) in modo da fornire una visione generale sia della diversità degli approcci, sia dei vari contesti di applicazione di tali tecniche.

Human security and individuals’ free movement under Union’s law an updated overview in a global multi-faceted crisis

Novembre, 2022

Rizzo, Alfredo

Due i campi di anlisi prospettati nel contributo alla discussione sul diritto dell'UE: la “sicurezza umana” nell'ambito delle competenze “intergovernative” dell'Unione e come obiettivo generale cruciale del Diritto dell'UE, insieme alla libera circolazione delle persone.

Formazione continua innovoazione e cambiamenti. Evidenze dall'indagine ROLA 2020 e buone prassi formative

Ottobre, 2022

Fondimpresa ; INAPP

Il presente lavoro rappresenta la terza edizione del Rapporto Nazionale di Monitoraggio Valutativo (MV) di Fondimpresa. La collaborazione istituzionale con INAPP ha qualificato il sistema nel suo complesso, introducendo metodologie di rilevazione standardizzate e analisi dei dati robuste che ogni anno si arricchiscono dell’esperienza e dei risultati delle precedenti rilevazioni. L’impianto metodologico complessivo del MV si basa su due tipologie di rilevazioni: le Storie di Formazione, casi di studio aziendali, realizzati tramite interviste “faccia a faccia” presso aziende aderenti al Fondo che hanno partecipato a Piani Formativi conclusi l’anno precedente a quello di rilevazione; la Rilevazione Opinioni Lavoratori e Aziende (ROLA), realizzata in modalità CAWI, è rivolta a un campione di lavoratori partecipanti a corsi formativi finanziati dal Fondo rappresentativo di tutti i formati nell’anno e ai relativi responsabili aziendali. Le due indagini si svolgono ogni anno in parallelo, arricchendosi l’una dei risultati dell’altra e restituiscono degli outcomes che consentono di avere una visione complessiva delle diverse dimensioni tra loro interconnesse della formazione continua finanziata dal Fondo.

Attualità e prospettive dello smart working. Verso un nuovo modello di organizzazione del lavoro? Rapporto

Settembre, 2022

INAPP ; Canal, Tiziana

Il rapporto restituisce i risultati delle analisi condotte sullo smart working nell'ambito della V edizione dell’Indagine sulla Qualità del Lavoro in Italia, realizzata dall'Inapp nel 2021: all’interno dell’impianto complessivo dell’indagine, infatti, attraverso un modulo ad hoc è stato possibile osservare il fenomeno dello smart working, seppur nuovo e di carattere emergenziale, utilizzando la lente della ‘qualità del lavoro’.

Verso lo smart working? Un’analisi multidisciplinare di una sperimentazione naturale. Executive summary

Settembre, 2022

Zucaro, Rosita

Il report presenta un’analisi pluridisciplinare sulla diffusione massiva di forme di lavoro da remoto e ibride avutesi con la pandemia. Tale evento ha rappresentato una fase storica nella quale si è passati dall’opportunità della sperimentazione di modelli organizzativi innovativi, mediati dalla scienza tecnologica, a una repentina necessità imprescindibile di lavorare in ‘luoghi e tempi virtuali’. Tale assunto ha orientato la ricostruzione e l’esame del contesto, sulla cui base sono stati tratti elementi volti all’elaborazione di prime policy in superamento di una mera remotizzazione del lavoro verso un’implementazione strategica dello smart working, valorizzandone le opportunità e arginandone i nodi critici.

The shift to remote working in europe and Italy: challenges and opportunities for workers training policies and strategies. Paper

Settembre, 2022

Pedone, Alessandra

The purpose of this paper is to analyse the challenges and opportunities related to continuing professional education for workers in the context of digital innovation and the shift to remote work, amplified and accelerated by the pandemic. Remote work requires new skills, at every level, involving both the use of the tools and applications needed to perform remote activities and the ability to coordinate, organize, and evaluate work activities differently. Through an overview of European and national policies for recovery and resilience, in the field of lifelong learning and continuing training, the paper highlights the effort made to rapidly adapt strategies to the new framework imposed by the twin transitions and the increasing use of informal training with the adoption of new tools such as Individual Learning Accounts and Micro-credentials.

"L’Italia non è (ancora) un paese per lavoratori autonomi". Gli investimenti di formazione continua degli indipendenti per un welfare inclusivo e uno sviluppo sostenibile

Settembre, 2022

Barricelli, Domenico ; Carolla, Simona

Nell’ultimo decennio il lavoro autonomo ha registrato una contrazione significativa, recentemente posta in risalto dai dati sull’occupazione in Italia nella fase contrassegnata dall’emergenza pandemica (Istat, 2022). Una struttura occupazionale in cui il lavoro indipendente soffre ancora per l’assenza di un chiaro quadro definitorio in termini legislativi e di welfare, ma soprattutto di una difficile individuazione delle specificità legate alle diverse categorie in termini di bisogni formativi, motivazione e orientamento al lavoro, tutele comprese. Il presente articolo intende illustrare le principali caratterizzazioni dei comportamenti formativi dei lavoratori autonomi in Italia, in un confronto con i lavoratori dipendenti, attraverso un’analisi diacronica sull’ultimo decennio, anche attraverso i primi risultati derivanti dalla seconda edizione dell’Indagine INDACO-Adulti 2020 (Inapp).

Il budget di salute, quale strumento di economia civile nelle policy di (benessere) di prossimità nei territori/comunità

Settembre, 2022

Polidori, Sabina ; Pavoncello, Daniela

L’Inapp con il CREA hanno attivato una ricerca sul BdS in agricoltura sociale e nel presente paper si riportano alcune risultanze/considerazioni -in fieri- del lavoro di ricerca, le cui caratteristiche, quali l'interdisciplinarietà/multidimensionalità dell'approccio (ad esempio nel BdS/PTRI) e la cooperazione con la creazione di reti tra soggetti coinvolti (strumenti co-programmazione/co- progettazione/co-gestione) in ambiti diversi, la pongono a pieno titolo tra le forme di welfare innovativo-sociale (di comunità, generativo e di prossimità).

L'apprendistato nella crisi pandemica

Agosto, 2022

INAPP ; Vaccaro, Silvia

I risultati dell’ultimo monitoraggio sull’evoluzione dell’occupazione in apprendistato e sull’andamento della partecipazione degli apprendisti alla formazione pubblica in Italia sono contenuti nel XX Rapporto che considera le annualità 2019 e 2020 e, quindi, dà conto della situazione dell’apprendistato nel primo anno della pandemia di Covid 19. I dati mostrano che la crisi economica e occupazionale ha colpito anche l’apprendistato, interrompendo il trend di crescita che proseguiva dal 2017; tuttavia, dall’analisi del processo di evoluzione dell’apprendistato emergono poche novità rispetto agli anni precedenti, mentre prevalgono gli elementi di continuità.

L’andamento dell’apprendistato nella crisi pandemica. XX Rapporto di monitoraggio

Luglio, 2022

INAPP ; INPS ; Vaccaro, Silvia ; Infante, Vincenza

Il XX Rapporto di monitoraggio sull’apprendistato, elaborato dall’Inapp per conto del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali in collaborazione con Inps, esamina, per il periodo 2018-2020, l’evoluzione dell’occupazione in apprendistato, sulla base dei dati Inps ‒ Archivi delle denunce retributive mensili (UniEmens), e l’andamento della partecipazione degli apprendisti alla formazione pubblica nel nostro Paese, mediante i dati forniti dalle Regioni e Province autonome. Il testo è articolato in tre sezioni principali: Le dinamiche dell’occupazione in apprendistato; Il sistema pubblico di formazione per l’apprendistato; L’evoluzione delle discipline dell’apprendistato. Corredano il rapporto un allegato statistico e un allegato normativo.

Gli insegnanti dopo l’anno della didattica a distanza (paper)

Luglio, 2022

della Ratta-Rinaldi, Francesca ; Ferritti, Monya

Nel 2021 l’INAPP ha condotto un’indagine web rivolta agli insegnanti delle scuole secondarie di tutta Italia per approfondire l’impatto che il nuovo assetto organizzativo e tecnologico ha avuto sul lavoro dei docenti, in un anno contrassegnato dall’alternanza tra didattica in presenza e a distanza e da numerose incertezze. L’analisi del corpus ha evidenziato i temi più importanti citati dagli insegnanti: le nuove opportunità didattiche offerte dalla tecnologia, i problemi ad essa connessi e la gestione della pandemia a scuola.

Social and Demographic aspects of aging among migrants in Italy

Luglio, 2022

Rosano, Aldo ; di Padova, Pasquale

Aging of migrant population is becoming a relevant issue to be addressed also in countries of recent immigration. Available demographic and epidemiologic data on aged migrants are scarce, the evidence base is still fragmented, with little internationally comparable information. The aim of the study is to analyse the changes in the demographic structure of migrant population in Italy and the impact of aging on health outcomes, such as disability and chronic diseases.

I divari sulle competenze. Approfondimenti territoriali e in ottica di genere. Executive summary

Luglio, 2022

INAPP

Executive summary dell'omonimo Rapporto. Il rapporto ha l’obiettivo di ampliare l’analisi sulle competenze degli adulti con approfondimenti di carattere territoriale e in un’ottica di genere. Una peculiarità del rapporto è data dall’utilizzo di differenti fonti di dati, a volte integrate tra loro, che permettono di studiare aspetti inerenti ai percorsi di apprendimento e i rendimenti del capitale umano.

I canali di ingresso nel mondo del lavoro

Giugno, 2022

INAPP ; Bergamante, Francesca ; Mandrone, Emiliano ; Marocco, Manuel

Il lavoro cambia continuamente e ciò comporta una riallocazione frequente del lavoratore nel sistema produttivo. Questo processo richiede servizi di sostegno e canali di intermediazione che rapidamente e nel modo più efficiente collochino i lavoratori. Tuttavia, le modalità di intermediazione – e cioè i canali di ricerca di lavoro – sembrano influenzare i percorsi di inserimento e le carriere lavorative, con ricadute sulla qualità dell’occupazione reperita. A partire dai dati dell’Indagine Inapp-Plus 2021, il presente contributo intende far luce su questi aspetti e offrire spunti di riflessione sulle dinamiche di intermediazione. Le evidenze confermano come l'eccessivo peso della informalità nella ricerca di lavoro rappresenti un tratto strutturale del nostro mercato del lavoro, con conseguenze rilevanti sulla qualità e quantità delle opportunità disponibili.

Nota metodologica per la costruzione di una procedura di selezione della popolazione potenziale della NASpI

Giugno, 2022

De Vincenzi, Roberto ; Filippi, Michelangelo

Il contributo è finalizzato a condividere la modalità di impostazione della procedura di quantificazione della popolazione potenziale della Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego (NASpI) attraverso l’utilizzo dell’archivio delle Comunicazioni Obbligatorie (microdati COB-SISCO del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali). La corretta definizione della popolazione che potenzialmente è destinataria di un intervento di politica pubblica risulta, infatti, oltremodo importante ai fini di una misurazione attendibile degli indici di copertura delle politiche, quale indicatore fondamentale per valutare, prima ancora degli effetti prodotti, il livello di consistenza e diffusione di un determinato intervento pubblico.

XIX Rapporto di monitoraggio del sistema di Istruzione e Formazione Professionale e dei percorsi in duale nella IeFP a.f. 2019-2020

Giugno, 2022

INAPP ; Crispolti, Emmanuele

Il Rapporto di monitoraggio sul sistema di IeFP, redatto annualmente dall’Inapp, viene elaborato a partire dai dati forniti dai referenti delle Amministrazioni regionali. Per l’acquisizione dei dati l’Inapp realizza due distinte rilevazioni, a titolarità del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali: una sul versante dei percorsi IeFP ‘ordinari’ e una relativa ai percorsi realizzati in modalità duale. La prima rilevazione raccoglie i dati relativi a corsi, iscritti, qualificati, diplomati, disaggregati per anno, per tipologia, con distinzione di genere, cittadinanza, età (A.F. 2019-20), risorse finanziarie (anno di riferimento 2019). La seconda rilevazione ha riguardato i percorsi IeFP svolti in modalità duale, che prevedono lo svolgimento di attività in alternanza per un monte ore superiore alle 400 ore annue (A.F. 2019 20).

Il ruolo degli incentivi all’occupazione nel 2021: lavoro a termine, part time, fragilità contrattuale

Giugno, 2022

INAPP ; Cardinali, Valentina

Se gli incentivi all’occupazione nascono come politica pubblica per sostenere un cambiamento ritenuto rilevante e non raggiungibile autonomamente in regime di mercato, l’esame dell’andamento degli incentivi all’occupazione nel 2021, ‘anno della ripresa’ segnala la necessità di riaprire una riflessione sulla ratio e sul ruolo delle misure di agevolazione. A fronte, infatti, di un take up relativamente basso delle misure (il 24% dei nuovi contratti nel 2021 è prodotto di specifiche agevolazioni), l’occupazione generata riflette e non corregge le criticità strutturali della partecipazione di uomini e donne (compresa la classe di età giovanile). Ci riferiamo al ruolo prevalente del lavoro a termine, del tempo parziale e della doppia fragilità dettata dal combinato tra tempo determinato e part time, fattori che continuano a penalizzare, in termini retributivi e di prospettiva, i target più fragili nel mercato del lavoro.

Nota tecnica sulla gestione di una campagna social

Giugno, 2022

Carlucci, Chiara ; De Angelis, Monia

Il documento descrive le attività di comunicazione svolte da Inapp nell'ambito del progetto Youth Employment PartnerSHIP. Tra i partner del progetto, infatti, l'Istituto è stato incaricato della comunicazione in lingua italiana sui contenuti inerenti le attività progettuali.

Linee guida per il Bilancio di genere negli EPR - Enti Pubblici di Ricerca

Maggio, 2022

INAPP

Le linee guida* qui presentate sono frutto di una prima ipotesi di lavoro comune e condiviso tra gli EPR sul fronte applicativo del bilancio di genere, un metodo di analisi che mira a promuovere la parità di genere attraverso la valutazione dell'impatto delle risorse pubbliche su donne e uomini. In questa prima edizione, viene proposta una parte metodologica che inquadra il Bilancio di genere all'interno del più ampio contesto internazionale e nazionale. Segue un capitolo dedicato agli obiettivi specifici che si può prefiggere in bilancio di genere di un EPR, nell'ambito delle strategie per la parità di genere nella ricerca e rispetto al ciclo della performance dell'ente nonché dei fattori abilitanti necessari. Nell'ultima parte viene quindi illustrata una metodologia specifica del bilancio di genere per gli EPR che fa tesoro dell'esperienza già maturata in ambito accademico e al contempo valorizza gli elementi di specificità propri degli EPR. *A cura del Gruppo di ricerca INAPP “Bilancio di genere”. Coordinamento: Valentina Cardinali e Anna Grimaldi; componenti: Cristina Di Giambattista, Monica Esposito, Giuseppa Montalbano, Gabriella Natoli, Alessandro Rizzo, Alessia Rosiello, con la collaborazione di Giovanna Badalassi.

SOPHIA - Documentazione tecnica del progetto. Nota tecnica

Maggio, 2022

Sofronic, Boris

Nota di documentazione tecnica sull’analisi funzionale, sui modelli (ognitivo, descrittivo e prescrittivo) e sull’architettura della soluzione ICT del progetto Sophia, un sistema di Labour market intelligence (LMI) pensato per fornire, in tempo reale, informazioni e analisi relative allo skill mismatch nel mercato del lavoro.

Reddito di cittadinanza: evidenze dall'indagine Inapp-Plus

Febbraio, 2022

Bergamante, Francesca ; De Angelis, Marina ; De Minicis, Massimo ; Mandrone, Emiliano

Il Reddito di cittadinanza (RdC) è una misura spesso oggetto di interpretazioni non sostenute da evidenze scientifiche e basate su letture parziali, che ne sviliscono la funzione e il ruolo. Le analisi qui presentate hanno la finalità di alimentare il patrimonio informativo e le riflessioni sul RdC, a partire da solide evidenze empiriche basate sull’indagine Inapp-Plus 2021. Il contributo giunge dopo la relazione del Comitato Scientifico per la valutazione del Reddito di cittadinanza, nonché a poca distanza dalla Legge di bilancio 2022 che introduce modifiche alla misura.

Formazione continua e Responsabilità Sociale d’Impresa: un’indagine sui Piani formativi dei Fondi Paritetici Interprofessionali (2018-2020). Executive summary

Febbraio, 2022

Paola, Nicoletti ; Nobili, Domenico

Il lavoro presenta i risultati di una prima rilevazione sperimentale delle iniziative formative promosse dai Fondi Paritetici Interprofessionali per la formazione continua in materia di Responsabilità Sociale di Impresa (RSI). I dati qui presentati, raccolti con la collaborazione dei Fondi che hanno partecipato all’indagine, si riferiscono alle attività formative realizzate nel periodo compreso tra il gennaio del 2018 e il luglio del 2020 e riguardano in particolare le caratteristiche delle iniziative formative finanziate, delle aziende e dei lavoratori partecipanti.

Il lavoro da remoto: le modalità attuative, gli strumenti e il punto di vista dei lavoratori

Gennaio, 2022

Bergamante, Francesca ; Canal, Tiziana ; Mandrone, Emiliano ; Zucaro, Rosita

Dai dati Inapp-Plus emerge che durante la fase più acuta della pandemia quasi 9 milioni di occupati hanno lavorato da remoto, molti per la prima volta. Il lavoro da remoto emergenziale ha visto nel 2021 oltre 7,2 milioni di lavoratori coinvolti (il 32,5%) di cui il 61% ha lavorato a distanza tre o più giorni a settimana. Il presente contributo fa luce sull’esperienza di lavoro agile evidenziando le modalità organizzative introdotte, gli strumenti utilizzati per svolgere le attività da remoto e i relativi sistemi di monitoraggio, operando una prima distinzione tra settore pubblico e privato.

L’Indicatore europeo DESI (Digital Economy and Society Index), i dati sulle competenze digitali e la modernizzazione della Pubblica Amministrazione

Gennaio, 2022

Pedone, Alessandra

Dal 2014 la Commissione europea misura i progressi digitali degli Stati membri attraverso le relazioni del Digital Economy and Society Index (DESI). La relazione tecnica presenta i dati discussi in un incontro tra Ministero dell’Istruzione/JRC/INAPP/INVALSI relativi all’indice DESI e ad altre rilevazioni del JRC. Sono stati illustrati e discussi i seguenti temi: la costruzione dell’indice DESI e i dati relativi alle competenze digitali e l’IT; la dimensione del Capitale Umano di DESI; la situazione italiana dell’ICT ed elementi dal PNRR; elementi sull’introduzione dell’Intelligenza Artificiale (AI), analisi dell’offerta di formazione per le competenze digitali superiori e modernizzazione della Pubblica Amministrazione; le competenze digitali tra gli studenti dell'8° nelle scuole italiane, i risultati preliminari dell'ICILS.

Lavoro virtuale nel mondo reale: i dati dell'indagine INAPP-PLUS sui lavoratori delle piattaforme in Italia

Gennaio, 2022

Bergamante, Francesca ; della Ratta-Rinaldi, Francesca ; De Minicis, Massimo ; Mandrone, Emiliano

A pochi giorni dalla presentazione della proposta di direttiva della Commissione europea sulla regolazione dei lavoratori in piattaforma, si descrivono le loro caratteristiche grazie ai dati dell’indagine Inapp-Plus svoltasi nel periodo marzo-luglio 2021. Il quadro che emerge dall'indagine ridimensiona fortemente il mito della sharing economy: un lavoro libero e indipendente, scelto unicamente per integrare il reddito.