Documenti

La sezione raccoglie tutta la documentazione INAPP, inclusa la letteratura grigia e il materiale presentato in occasione di convegni e seminari. La sezione poggia sul repository open access istituzionale. La ricerca per autore è case sensitive (maiuscolo-minuscolo).

Cerca in Documenti

All that glitters is not gold. Influence of working from home on income inequality at the time of Covid - 19

Luglio, 2020

Bonacini, Luca ; Gallo, Giovanni ; Scicchitano, Sergio

The recent global Covid-19 pandemic forced most of governments in developed countries to introduce severe measures limiting people mobility freedom in order to contain the infection spread. Consequently, working from home (WFH) procedures became of great importance for a large part of employees, since they represent the only option to both continue working and keep staying home. Based on influence function regression methods, our paper explores the role of WFH attitude across labour income distribution in Italy. Results show that increasing WFH attitudes of occupations would lead to a rise of wage inequality among Italian employees.

L’equazione Floyd: impunità e discriminazione

Giugno, 2020

Marucci, Marco

L’equazione cui si fa riferimento nell'articolo è quella che vede la discriminazione razziale legata al suprematismo bianco. Si tratta di un fenomeno complesso che ha radici antiche ma che mai come nelle ultime settimane ha smosso le coscienze di tutti: dopo l'omicidio di George Floyd, l’afroamericano soffocato da un poliziotto il 25 maggio 2020 a Minneapolis, ci sono state proteste di piazza in oltre 200 città americane, riportando l'attenzione mediatica globale sulla questione della discriminazione razziale in USA ai danni della popolazione di colore e, in generale, delle minoranze etniche; questione mai nettamente risolta, anche dopo la stagione delle rivendicazioni del Movimento per i diritti civili degli anni’60, ma che si appresta a scuotere profondamente la vita sociale e la politica statunitense.

Due crisi, due welfare

Giugno, 2020

De Minicis, Massimiliano

Gli anni Duemila hanno già visto due crisi: la prima è quella finanziaria del 2008-2009, la seconda è quella sanitaria di oggi. Per sostenere il reddito dei lavoratori si è però fatto ricorso a misure diverse. Con riflessi nei dati sulla disoccupazione.

Lo stato imprenditore. Un nuovo impulso alla CdP e alla finanza sostenibile

Giugno, 2020

Marucci, Marco

Il contributo analizza alcuni strumenti finanziari cui si è fatto ricorso, in ambito europeo, per far fronte alla crisi economica scatenata dall'emergenza sanitaria da Covid-19. Nello specifico della risposta italiana alla crisi, l'attenzione è posta sul nuovo ruolo della CDP (Cassa depositi e prestiti) in materia di Social Response Bond. La CDP è stata, infatti, il primo emittente italiano e una delle prime entità europee non sovranazionali ad avere collocato, a metà aprile 2020, un Social bond legato al Covid-19. Si tratta di una delle linee seguite dal governo italiano, per immettere in breve tempo liquidità nel circuito economico e permettere gli investimenti necessari a sostenere le imprese.

Sanità di base e di emergenza. Risorse, opinioni degli italiani e livelli essenziali

Giugno, 2020

Bergamante, Francesca ; Canal, Tiziana ; Marucci, Marco

L’emergenza sanitaria legata al Covid-19 ha riaperto in modo prorompente il dibattito sul nostro Servizio sanitario nazionale, sottolineandone capacità e resilienza, ma anche debolezze strutturali complessive e di alcune realtà in modo specifico. Il contributo analizza la percezione della popolazione nei confronti del sistema sanitario a livello regionale, considerando la valutazione della sanità di base e di quella di emergenza utilizzando i dati dell’indagine Inapp PLUS 2018. I risultati delle analisi sono confrontati con la spesa regionale, con i dati sui posti letto disponibili, con gli indicatori sull’erogazione dei Livelli essenziali di assistenza sanitaria (LEA) e con indicatori relativi all’offerta ospedaliera.

Crisi e sostegno reddituale dei lavoratori: due scenari a confronto

Giugno, 2020

De Minicis, Massimo ; Marucci, Marco

A più di dieci anni dalla tempesta finanziaria del 2008-2009, una nuova drammatica crisi, provocata dalle misure pubbliche di drastico contenimento della pandemia globale da Covid-19, ha investito l’economia mondiale e il nostro Paese. Importanti misure sono state intraprese dal governo italiano nei due scenari temporali, per arrestare la caduta occupazionale e produrre dei regimi sostitutivi di reddito per i lavoratori. Il paper analizza la natura di questa tipologia di interventi, delineandone la struttura e la dinamica attuativa. Con lo scopo di evidenziare differenze, similitudini e misurare gli impatti dei modelli di protezione sociale dei lavoratori attivati.

Stage4eu. Ripartono i tirocini in Europa

Giugno, 2020

INAPP

L'infografica presenta alcuni dati rilevanti (download dell'app e visite al sito dedicato; annunci di stage pubblicati e paesi maggiormente richiesti) relativi a stage4eu, uno strumento fondamentale per chi è n cerca di un'esperienza formativa in Europa. Il servizio, fruibile gratuitamente attraverso un sito web e un app mobile, consente di trovare annunci di tirocini presso organizzazioni internazionali e aziende multinazionali, nonché informazioni sui programmi di mobilità europei e su come organizzare, affrontare e valorizzare il proprio stage all’estero.

Italian workers exposed to risk during the Covid-19 epidemic and the lockdown. Presentation

Giugno, 2020

Barbieri, Teresa ; Basso, Gaetano ; Scicchitano, Sergio

Presentation of the paper "Italian workers at risk during the Covid-19 epidemic": introduction aim of the paper; data; indexes of phisical proximity and disease exposure; the impact of lockdown in Italy; conclusions.

Il cambiamento come opportunità: la formazione ai tempi del Coronavirus

Giugno, 2020

Filosa, Giovanna

L’obiettivo del presente lavoro è indagare l'impatto determinato dall'emergenza Covid-19 in un peculiare contesto lavorativo, quello della Pubblica Amministrazione, che in pochi giorni ha visto una rivoluzione copernicana: dal cosiddetto “tornellismo” obbligatorio e ipercontrollato, allo smart working come forma privilegiata e fortemente raccomandata di assetto organizzativo. Ci si focalizzerà sui processi formativi, in particolare quelli veicolati da computer (e-learning) e fruibili, da remoto, in maniera più o meno interattiva, anche in modalità asincrona (webinar), in autoapprendimento. Verrà effettuata un’analisi del contenuto della chat di uno dei primi webinar organizzati specificamente per i dipendenti della PA, per indagare le principali problematiche emerse nelle varie amministrazioni, e le soluzioni adottate.

I lavoratori maturi nel processo di digitalizzazione dell’industria italiana: innovazione tecnologica e strategie per l’occupabilità. Executive Summary

Maggio, 2020

Scarpetti, Giuliana

Executive summary relativo all'omonimo report. L’obiettivo è quello di definire, assieme gli elementi emersi dalle altre fasi della ricerca, uno scenario previsionale di riferimento sull’evoluzione delle dinamiche del mercato del lavoro. Questo al fine di identificare, da una parte le strategie aziendali e dall’altra le politiche del lavoro, utili a sostenere il prolungamento della vita lavorativa, contenendo l’eventuale rischio di espulsione e di disoccupazione di lunga durata dei lavoratori maturi. Il tutto è stato interpretato alla luce del trend demografico attuale e dell’avvento della Quarta rivoluzione industriale.

Quali competenze per avere successo nel lavoro? Impariamo a conoscerci

Maggio, 2020

Grimaldi, Anna ; Porcelli, Rita

Il documento si sofferma sulla conoscenza delle competenze più richieste dal mondo del lavoro. La presentazione si completa con un questionario di autovalutazione.

Biblio su... contrasto alla povertà

Maggio, 2020

INAPP

Selezione bibliografica di risorse documentali disponibili sui temi delle politiche di contrasto alla povertà.

L'importanza di (non) essere NEET: profili e rischi dei giovani che non studiano e non lavorano

Maggio, 2020

Scialdone, Antonello ; di Padova, Pasquale

Chi sono in Italia i giovani che restano fuori dal mondo del lavoro e dell'istruzione? Quali le prospettive per il futuro? I ricercatori dell'Inapp descrivono ostacoli e sfide della transizione all'età adulta.

Ricadute occupazionali dell'epidemia da Covid - 19, azioni idonee a fronteggiare le situazioni di crisi e necessità di garantire la sicurezza sanitaria nei luoghi di lavoro

Maggio, 2020

Fadda, Sebastiano

Documento presentato dal Presidente Inapp, Sebastiano Fadda, presso la Commissione lavoro pubblico e privato, previdenza sociale del Senato, nel corso dell'audizione del 26 maggio 2020. Il Presidente ha riferito in merito alle ricadute occupazionali dell'epidemia da Covid-19, evidenziando la azioni idonee a fronteggiare le situazioni di crisi e a garantire la sicurezza sanitaria nei luoghi di lavoro.

First estimates of the effects of COVID-19 on young workers in Italy

Maggio, 2020

Roberto, Quaranta ; Francesco, Trentini ; Claudia, Villosio

This Report - carried out within the Youth employment Partnership - offers a set of first estimates concerning the effects of the Covid-19 related measures on youth employment. The issue has been raised in Europe and, generally, in all countries. But, considering Italy, the reasons are manifolds and lay in specific characteristics of most of the work relationships involving young workers. First, young workers have been hit strongly by the recent crisis in Italy, where in 2019 the share of NEETs among individuals aged 15-29 was 23%. Second, young workers are mainly contracted under atypical contracts, which give access to limited social security rights and Covid-19 social measures. Third, young workers are over-represented with respect to older cohorts in sectors that have been defined “non - essential” and whose activity has been suspended by the Covid-19 measures. As a result, Italian younger workers – and women in particular – risk to be hit hard by the measures adopted to contrast Covid-19 epidemic.

Educational mismatches, routine biased technological change and unemployment: evidence from Italy

Maggio, 2020

Esposito, Piero ; Scicchitano, Sergio

This paper investigates the relation between educational mismatches and individual unemployment risk in Italy with a special focus on the role of technological change and labour demand characteristics. A novel dataset obtained merging two surveys (ICP and PLUS) is used to build different measures of educational mismatch and a measure of routine intensity on Italy: the Routine Task Index. The latter takes into account the effect of Routine Biased Technical Change (RBTC) in determining educational mismatches and unemployment risk. The results indicate that over−education is significantly associated with higher unemployment risk.

La proposta Inapp di valutazione in itinere

Maggio, 2020

Maiorano, Antonietta

Il progetto PFP-Progetti Formativi Personalizzati con Budget educativi - a cui l'Inapp partecipa insieme ad altri soggetti - ha tra le sue finalità lo sviluppo di contesti educanti capaci di favorire la crescita integrale degli adolescenti coinvolti. La partecipazione ai Progetti Formativi Personalizzati può migliorare la qualità di vita dei giovani sia attraverso un miglioramento complessivo della performance scolastica sia attraverso un rafforzamento delle competenze socio-emotive (CSE), essenziali per sollecitare processi di empowerment negli studenti. In tale contesto, la presentazione illustra una proposta Inapp di azione valutativa rivolta agli operatori.

Le competenze socioemotive nel quadro dei percorsi scolastici in condizioni di fragilità

Maggio, 2020

Raciti, Paolo ; Vivaldi Vera, Paloma

Lo sviluppo delle competenze socio-emotive risulta essere strategico per il consolidamento dei percorsi di crescita, del benessere generale degli individui e nella riduzione dei comportamenti antisociali. Nello specifico, la presentazione delinea il quadro di relazioni concettuali che caratterizza lo sviluppo di tali competenze in contesti educativi di fragilità.

L'orientamento nell'era della complessità...e del coronavirus

Maggio, 2020

Pavoncello, Daniela

L'emergenza sanitaria, legata al Covid-19, sta causando gravi ripercussioni economiche a livello mondiale. ciò comporterà necessariamente ad un ripensamento complessivo dei sistemi economici e organizzativi del lavoro. L'orientamento avrà un ruolo cruciale, in quanto dovrà aiutare le persone a comprendere la nuova situazione generale, non solo a reagire a livello personale. L’orientamento dovrà tenere conto delle esigenze specifiche dei gruppi più deboli, aiutarli a contrastare le ingiustizie e le disuguaglianze, promuovendo forme di solidarietà con loro per garantire che possano ancora avere accesso a una carriera dignitosa. Dovrà, quindi, riconoscersi una finalità sociale, che va oltre l’utilità della consulenza rivolta all'individuo, intervenendo sui sistemi organizzativi, sociali e politici, nonché sui modelli di consulenza, apprendimento e educazione.

Erasmus + VET 2020. L'emergenza non ferma le candidature

Maggio, 2020

Cioccolo, Valeria ; Ufficio stampa

L'infografica riporta i numeri della partecipazione a Erasmus+ VET per il 2020, in termini di candidature per mobilità individuale e partenariati strategici, evidenziando incrementi rispetto al 2019, nonostante la fase di emergenza sanitaria legata al Covid-19.

Infografica biblioteca Covid19

Maggio, 2020

Cioccolo, Valeria

Biblio su... politiche familiari

Maggio, 2020

INAPP

Selezione bibliografica di risorse documentali disponibili sui temi delle politiche di sostegno alle famiglie.

Digitalizzazione, smart working e pandemia: un'occasione da non sprecare

Maggio, 2020

Fadda, Sebastiano

L'attuale pandemia ha sicuramente dato impulso allo smart working. Se l'occasione porterà ad una profonda trasformazione dei processi produttivi e dell’organizzazione del lavoro basata sulle tecnologie digitali, allora veramente potrà cambiare in positivo la qualità del lavoro, il sistema delle professioni e delle competenze richieste ai lavoratori.

Il rischio di contagio da Covid-19 per i lavoratori in Italia: riflessi per il comparto alberghiero

Maggio, 2020

Scicchitano, Sergio

Partendo dall'Indagine Campionaria sulle Professioni INAPP-ICP, rispetto alle caratteristiche e alle condizioni di lavoro condizioni delle singole professioni, si analizzano i rischi per i lavoratori degli alberghi e del turismo nella fase di ripresa delle attività.

È l'ora del reddito di base

Maggio, 2020

De Minicis, Massimo

Nella crisi causata dalla pandemia il reddito di cittadinanza andrebbe trasformato in un reddito di base parziale. Si avrebbe così una semplificazione e una standardizzazione degli interventi, per garantire una rete di protezione costante nell’emergenza.

Il ruolo di cassa depositi e prestiti e dei social impact bond nel rilancio economico italiano post Covid-19

Maggio, 2020

Marucci, Marco

In this essay, we try to investigate on some implications of the coronavirus for financial stability in Europe and in Italy and to analyse how to mitigate a systemic financial crisis that is spreading. After a brief introduction on the main guidelines inspired by recent literature, we analyse some solutions adopted after the agreements of the European Council: the Pandemic Emergency Purchase Programme (PEPP) and the Pandemic Emergency Longer-Term Refinancing Operations (PELTRO), as well as the strengthening of the European Stability Mechanism (ESM) and more directly supporting tools such as the Support to mitigate Unemployment Risks in an Emergency – SURE and the European Recovery Fund. In conclusion, we reflect on the instruments concerning ethical finance and Socially Responsible Investing, not only to better understanding financial instruments such as Social Bonds, but also to highlight their potential and, why not, some possible critical issues.

I settori economici essenziali nella fase 2: impatto sui lavoratori e rischio di contagio

Maggio, 2020

INPS ; INAPP

Per contrastare la diffusione della pandemia Covid-19 il Governo Italiano ha posto in essere diverse misure di contenimento, tra le quali la chiusura di alcune attività economiche definite rispetto a specifici codici della classificazione settoriale ATECO 20071. In particolare, il DPCM del 22 marzo 2020 (e successive modifiche) fornisce la prima lista dei settori essenziali autorizzati a continuare nelle rispettive attività (con conseguente fermo per i settori non elencati, ad esclusione di quelli in cui le mansioni possano essere svolte in smart working, oppure non siano oggetto di deroghe dalle prefetture). Il 26 aprile è seguito un altro DPCM che prevede la riapertura di una parte rilevante dei settori bloccati il 22 marzo, operativo dal 4 maggio. Un primo obiettivo di questa nota congiunta Inps-Inapp è di caratterizzare le differenze individuali e strutturali fra l’insieme dei lavoratori in settori essenziali e settori bloccati dalla data del 4 maggio, al fine di fornire informazioni al dibattito pubblico e al policy maker.

Emergenza Covid-19 e tutela dell’occupazione non standard

Aprile, 2020

Filippi, Michelangelo ; Marocco, Manuel ; Quaranta, Roberto ; Ricci, Andrea

L’emergenza sanitaria ha indotto il Governo italiano a introdurre un sistema di ammortizzatori sociali ‘speciali’ per tutelare il reddito dei lavoratori coinvolti dai provvedimenti di sospensione dell’attività economica. I dati dell’archivio delle Comunicazioni obbligatorie permettono di sviluppare una prima analisi dell’efficacia di questa azione di policy, sulla base dell’ipotesi che le condizioni del mercato del lavoro in Italia tra marzo e maggio 2019 fossero ‘analoghe’ a quelle che si sarebbero verificate, per lo stesso periodo nell’anno corrente, in assenza della crisi sanitaria e del conseguente lockdown delle attività produttive.

Tecnologie digitali e controllo sociale ai tempi del Covid-19

Aprile, 2020

Marucci, Marco

L’uso di tecnologie digitali ha permesso, in Paesi come Cina e Corea del Sud, l’individuazione e la schedatura di tutti i probabili infetti, per aumentare il controllo laddove ce n’è maggiore bisogno. App, GPS dello smartphone, carte di credito, telecamere di sorveglianza, gli strumenti messi in campo. Anche l'Italia segue la medesima strada. L'articolo pone una riflessione su come proteggere tale mole di informazioni, quando l’emergenza sanitaria sarà finalmente terminata ed evitare così l'accesso e la possibile diffusione (nel peggiore dei casi la vendita) di dati sanitari.

Biblio su...salute e sicurezza sul lavoro

Aprile, 2020

INAPP

Selezione bibliografica di risorse documentali disponibili sul tema salute e sicurezza sul lavoro.

Italian workers at risk during the Covid-19 epidemic

Aprile, 2020

Barbieri, Teresa ; Basso, Gaetano ; Scicchitano, Sergio

We analyse the content of Italian occupations operating in about 600 sectors with a focus on the dimensions that expose workers to contagion risks during the Covid-19 epidemics. To do so we leverage extremely detailed and granular information from ICP, the Italian equivalent of O*Net. We find that several sectors need physical proximity to operate: the workers employed in Italy in sectors whose physical proximity index is above the national average are more than 6.5 million (most of them in retail trade). Groups at risk of contagion and complications from Covid-19 (mainly male above the age of 50) work in sectors that are little exposed to physical proximity, currently under lockdown or can work remotely.

Covid-19: chi sono i lavoratori che rischiano di più

Aprile, 2020

Barbieri, Teresa ; Gaetano, Basso ; Scicchitano, Sergio

Alcuni lavoratori sono più esposti di altri al rischio di contagio da Covid-19, in particolare se operano in prossimità fisica con altre persone (clienti, collaboratori) o sono più a contatto con casi di malattia e infezioni. L'articolo propone un focus di analisi su tali caratteristiche, traendone indicazioni rilevanti da utilizzare per disegnare la fase di uscita dal lockdown, selezionando le attività da riaprire prima ed individuando i settori in cui è necessario prendere misure di sicurezza particolarmente rafforzate.

Italian workers at risk during the Covid-19 epidemic

Aprile, 2020

Barbieri, Teresa ; Basso, Gaetano ; Scicchitano, Sergio

We analyse the content of Italian occupations operating in about 600 sectors with a focus on the dimensions that expose workers to contagion risks during the Covid-19 epidemics. To do so we leverage extremely detailed and granular information from ICP, the Italian equivalent of O*Net. We find that several sectors need physical proximity to operate: the workers employed in Italy in sectors whose physical proximity index is above the national average are more than 6.5 million (most of them in retail trade). Groups at risk of contagion and complications from Covid-19 (mainly male above the age of 50) work in sectors that are little exposed to physical proximity, currently under lockdown or can work remotely.

Il lavoro oggi: fra informazione scientifica e discorso populista

Aprile, 2020

Canal, Tiziana ; De Minicis, Massimo

Come viene comunicato, raccontato, spiegato oggi il lavoro? Chi lo fa e come? E quali possono essere gli esiti di tale rappresentazione? Il contributo tenta di rispondere a queste domande, in primo luogo, restringendo il campo d’osservazione al lavoro digitale (crowdwork) in relazione alla nozione di decent work; in un secondo momento, volgendo lo sguardo al discorso pubblico che sta popolando il dibattito scientifico, politico e dell’informazione sul digital work all’interno della più ampia cornice della Gig Economy delle Labour Platform.

Youth employment partnership [...] The WP 3 National Report - Italy. Draft

Aprile, 2020

Collegio Carlo Alberto ; INAPP

This study aims to evaluate the impact of both economic incentive in hiring young workers in open-ended jobs caused by social security costs rebates (Law 190/2014, art. 1, c. 118) and the reduced firing cost of open-ended employees (Legislative Decree 23/2015 under Law 183/2014). After the description of the institutional context in which such actions have been introduced, the report provides a literature-based overview concerning the policies under scrutiny. Specific sections provide the description of the administrative data sources and the sample characteristics, and the explanation of the empirical strategy outlined. Final sections are dedicated to exhibit the results of the counterfactual evaluation conducted, to draw conclusions and to provide recommendations based on the study findings.

Biblio su ... lavoro sommerso

Aprile, 2020

INAPP

Selezione bibliografica di risorse documentali disponibili sul tema del lavoro sommerso.

Biblio su ... E-learning

Aprile, 2020

INAPP

Selezione bibliografica di risorse documentali disponibili sul tema dell'apprendimento a distanza (e-learning).

Lavoratori a rischio di contagio da COVID-19 e misure di contenimento dell'epidemia

Aprile, 2020

INAPP

L’Indagine campionaria sulle professioni Inapp-ICP ha permesso di classificare le professioni in base ad alcuni indici: il primo misura la frequenza dell’esposizione a malattie e/o infezioni, il secondo l'intensità della vicinanza fisica che approssima in larga misura il rischio di contagio dovuto all’attività lavorativa, il terzo la possibilità di lavorare da remoto. Queste informazioni appaiono rilevanti nel pianificare la cosiddetta prossima ‘fase 2’ relativa alla ripresa delle attività, che dovrebbe riguardare prioritariamente i settori dove la prossimità fisica è minore e dove maggiore è la possibilità di lavorare da remoto. Errata corrige: inversione delle figure 1a e 1b rispetto alle didascalie.

Linee guida per la redazione di testi Inapp. Settembre 2019

Aprile, 2020

Ghezzo, Pierangela ; Greco, Ernestina ; Piras, Paola

Il presente documento fornisce informazioni sulla linea editoriale dell’Inapp per la pubblicazione dei risultati delle ricerche e delle attività dell’Istituto, con particolare riguardo ai requisiti scientifici ed editoriali necessari ai fini della pubblicabilità, ai tipi editoriali previsti,all’iter procedurale con gli adempimenti in capo ai diversi soggetti coinvolti e alle tempistiche. Per quanto concerne le indicazioni di carattere formale e grafico, finalizzate a garantire accuratezza e uniformità stilistica delle pubblicazioni, si rimanda alle Norme editoriali Inapp.

Internauti e lavoratori on line. Prime evidenze dai dati Inapp_Plus 2018

Marzo, 2020

Cioccolo, Valeria ; Ufficio Stampa

Sulla base dei dati Inapp-Plus 2018, l'infografica dà evidenza ai numeri che meglio aiutano a quantificare la dimensione del fenomeno analizzato.

Biblio su ... smartworking

Marzo, 2020

INAPP

Selezione bibliografica di risorse documentali disponibili sul tema del lavoro agile (smart working).

Contrasto al precariato: l’effetto sulle assunzioni dei giovani degli incentivi alle imprese e delle aspettative sui minori costi di licenziamento. Una valutazione con metodo controfattuale. Presentazione

Marzo, 2020

Deidda, Massimiliano

Presentazione tenuta a supporto della discussione della tesi finale del Master in Analisi e valutazione delle politiche pubbliche.

Contrasto al precariato: l’effetto sulle assunzioni dei giovani degli incentivi alle imprese e delle aspettative sui minori costi di licenziamento. Una valutazione con metodo controfattuale. Tesi

Marzo, 2020

INAPP ; Deidda, Massimiliano

In questa tesi si presenta un esercizio di valutazione con metodologia controfattuale finalizzato a stimare l’effetto di due interventi di politica pubblica sulle assunzioni di giovani a tempo indeterminato.

Education-occupation mismatch of migrants in the Italian labour market: the effect of social networks

Febbraio, 2020

Van Wolleghem, Pierre George ; De Angelis, Marina ; Scicchitano, Sergio

Whilst migration has become a structural feature of most European countries, the integration of foreigners in the labour market continues to raise concerns. Evidence across countries shows that migrants are more often over-educated than natives. This article has two objectives: it assesses the extent to which over-education affects migrants and it evaluates the role informal networks play in producing it. We find that foreigners are more over-educated than natives but that the role of networks is consistent across the two groups. Empirical evidence is drawn from the application of quantitative and counter-factual methods to PLUS 2018.

Il lavoro discontinuo di breve e brevissima durata in Italia nell’ultimo decennio: l’evidenza dei dati amministrativi

Febbraio, 2020

Filippi, Michelangelo ; Marocco, Manuel ; Quaranta, Roberto ; Scicchitano, Sergio

Sono trascorsi ormai di cinque anni dalla fine della crisi economica e il mercato del lavoro sembra essere profondamente cambiato. Il lavoro appare molto più discontinuo nel tempo rispetto al passato, con periodi di occupazione, il più delle volte inferiori a un anno, alternati a periodi di inattività, sotto-occupazione o disoccupazione. Il documento esamina l’andamento degli avviamenti al lavoro di breve e brevissima durata, facendo riferimento alle tipologie contrattuali che più di altre vengono utilizzate per impiegare lavoro discontinuo nel periodo compreso tra gennaio 2009 e marzo 2019. L’analisi è condotta con l’utilizzo dei dati amministrativi, a cadenza mensile, del Sistema Informativo Statistico delle Comunicazioni Obbligatorie (SISCO).

Regolare o no l’home sharing? Prime evidenze empiriche dall’indagine Inapp-Plus 2018 sugli Host italiani

Febbraio, 2020

De Minicis, Massimo ; Marocco, Manuel

Nell'ambito della cosiddetta economia delle piattaforme, i dati Inapp-Plus 2018 forniscono un primo identikit degli host italiani, coloro cioè che hanno ricavato un introito economico attraverso la condivisione lucrativa dei propri beni immobili (home sharing). L'analisi del fenomeno suggerisce la necessità di una regolamentazione pubblica che agisca complessivamente sull'attività delle piattaforme.

Heterogeneous effects of temporary employment on productivity and wages in the italian business firms

Febbraio, 2020

INAPP ; Cirillo, Valeria ; Ricci, Andrea

What is the link between flexible employment, labour productivity and wages? Taking advantage of an original firm level database combining information from Rilevazione Imprese e Lavoro (RIL) conducted by INAPP on a representative sample of Italian firms with the AIDA archive, we explore the nexus between temporary employment, labour productivity and wages along the distributions of labour productivity and wages. By applying conditional quantile technique with additive fixed effects, we detect a strong negative relationship between the use of fixed-term contracts and both labour productivity and wages. The effect of temporary employment on firms’ labour productivity and wages is heterogeneous along the distributions. Low-productive firms - recurring more to temporary contracts - are also more affected by an incremental use of short-term work arrangements risking to be trapped in a vicious cycle of low-productivity and low-wages.

Inequalities in access to job-related learning among workers in Italy: evidence from Adult Education Survey (AES)

Febbraio, 2020

Cardone, Paolo Emilio

This report provides a statistical picture of older workers participation in job-related training in Italy, investigating its variability and relevant inequalities. The analysis is carried out using Italian AES, provided by Eurostat. It analyses adults’ learning activities and distinguishes formal, non-formal and informal learning.

Validazione della Scala di Adattabilità Professionale dell'INAPP con beneficiari del Reddito di Inclusione

Febbraio, 2020

Grimaldi, Anna ; Raciti, Paolo ; Vivaldi Vera, Paloma

Il presente articolo illustra i risultati della seconda validazione della Scala di Adattabilità Professionale costruita dall’INAPP nel 2014, con l’obiettivo di verificare la sua tenuta psicometrica con una popolazione in condizioni di vulnerabilità: i beneficiari del Reddito di Inclusione. La scala viene applicata a 507 soggetti di età compresa tra i 30 e i 57 anni, con bassa scolarizzazione e, in gran parte, disoccupati di lunga durata. Il processo di validazione ha mostrato una struttura a cinque fattori. I risultati indicano che la Scala di Adattabilità Professionale risulta un valido strumento anche con beneficiari del Reddito di inclusione, mostrando una specifica struttura fattoriale a cinque dimensioni

Quando un'app è realmente gratuita? Esempio di bene pubblico al servizio del cittadino

Gennaio, 2020

Carlucci, Chiara ; Cioccolo, Valeria

Il contributo ha l’obiettivo di verificare come cambia il valore percepito dall’utente, a parità di contenuto, in relazione al mezzo e alla modalità di fruizione dello stesso, partendo dallo storytelling del progetto INAPP “Stage4EU” in cui un manuale cartaceo tradizionale (Manuale dello stage in Europa) è stato convertito in un app mobile fruibile da smartphone, passando quindi da prodotto a servizio. La presentazione a supporto del poster è consultabile all'indirizzo: https://bit.ly/2uPYx8J/

Editoriale

Gennaio, 2020

Natalini, Alessandro

Vengono presentati gli argomenti trattati nel numero monografico 3/2019 della Rivista Sinappsi.