Indagine Audit sui fabbisogni professionali

 

L’indagine Audit sui fabbisogni professionali è realizzata dall’INAPP (gruppo “Labour market intelligence e analisi dei fabbisogni professionali" nell’ambito della Struttura “Metodologie e Strumenti per le competenze e le transizioni”) su incarico del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – ANPAL.

L’indagine, realizzata con tecnica Cati (Computer assisted telephone interviewing), si pone l’obiettivo di raccogliere informazioni di tipo qualitativo sui fabbisogni delle imprese in termini di carenza/mancanza di specifiche conoscenze/competenze legate alle figure professionali presenti nelle imprese private (è escluso il settore della PA).

Agli imprenditori e ai responsabili del personale delle grandi, medie e picco le aziende del nostro Paese si chiede infatti di indicare se, con riferimento alle professioni esercitate nell’azienda, si renderà necessario o meno nei mesi successivi un rafforzamento di alcuni specifici ambiti di conoscenza e competenza per migliorare la performance lavorativa. Le imprese sono dunque invitate a riflettere e a raccontare, in modo particolarmente dettagliato, non la formazione che è stata realizzata nel corso degli ultimi tempi bensì quella che dovrebbe essere realizzata nel prossimo futuro per soddisfare specificifabbisogni.

Le informazioni registrate nel corso dell’indagine sono utilizzate per migliorare le politiche e gli investimenti pubblici per la formazione dei lavoratori nel nostro Paese e per ridurre il gap esistente tra le attuali conoscenze e competenze dei lavoratori e quelle realmente necessarie al mondo produttivo per rispondere in modo efficace alle richieste del mercato