Indagine Campionaria sulle Professioni

In allegato: 

 

E’ stata avviata la terza edizione dell’Indagine Campionaria sulle Professioni (ICP), realizzata da INAPP (struttura “Metodologie e strumenti per le competenze e le transizioni”), nell’ambito del Pon Spao, il Programma Operativo Nazionale - Sistemi di Politiche Attive per l’Occupazione cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo programmazione 2014-2020, per il quale INAPP opera in qualità di Organismo intermedio con funzioni di gestione.  

L’indagine si inserisce nell'ambito delle iniziative avviate per il rafforzamento e l’implementazione del Sistema informativo Professioni, occupazione e fabbisogni e si pone l’obiettivo di raccogliere informazioni utili a rappresentare le caratteristiche di tutte le professioni presenti nel mercato del lavoro del nostro Paese, con particolare riferimento al contenuto del lavoro svolto e al contesto organizzativo in cui si svolge il lavoro.

L’indagine descrive tutte le professioni esistenti nel panorama del mercato del lavoro italiano, da quelle operanti nelle imprese private a quelle presenti nell’ambito delle istituzioni e delle strutture pubbliche, fino a quelle operanti in regime di autonomia. Le risposte sono fornite direttamente dai lavoratori e dalle lavoratrici che svolgono la professione oggetto di indagine. Le interviste faccia a faccia con i lavoratori sono realizzate con tecnica Capi (Computer assisted personal interview).

Le informazioni registrate nel corso dell’indagine sono utilizzate per migliorare le politiche e gli investimenti pubblici per la formazione dei lavoratori nel nostro Paese e per ridurre il gap esistente tra le attuali conoscenze e competenze dei lavoratori e quelle realmente necessarie al mondo produttivo per rispondere in modo efficace alle richieste del mercato.

Il quadro concettuale di riferimento per la definizione del questionario di indagine (articolato in diverse sezioni tematiche) è stato mutuato dal modello statunitense dell’Occupational Information Network, O*Net, utilizzato in Italia anche nell’ambito dell’indagine sulle Professioni e le Competenze nelle Imprese (già Audit sui fabbisogni professionali, Isfol, 2013, 2014, Inapp 2017).

L’indagine si basa su un campione casuale di 16.000 lavoratori e lavoratrici nell’esercizio della propria professione e si pone l’obiettivo di ricostruire per tutte le 800 Unità Professionali (UP, quinto digit) della Classificazione delle Professioni (CP 2011) il livello di importanza e il grado di complessità di conoscenze, competenze, attività, stili di lavoro e valori utilizzati per l’esercizio della professione. In particolare per ciascuna delle 800 Unità Professionali sono previste 20 interviste a lavoratori. Il piano di campionamento è stato definito in stretta collaborazione scientifica e metodologica con Istat.

La selezione del campione di lavoratori avviene a partire da liste di imprese ovvero di enti in cui è altamente probabile individuare l'unità professionale oggetto di indagine. Il questionario della Terza edizione dell'indagine campionaria sulle professioni è articolato in 9 sezioni tematiche, per un totale di 255 quesiti, e ricalca in buona sostanza l’architettura concettuale già utilizzata nel corso delle prime due edizioni realizzate in collaborazione con Istat (anni 2007  e 2013). Nelle sezioni del questionario relative a conoscenze, skills, attitudini e attività generalizzate (sezioni B, C, D, G), le domande esplorano due dimensioni diverse e complementari: l'importanza dell'aspetto considerato (item) nello svolgimento della professione e il livello di complessità per il quale lo stesso item è necessario. Per altre sezioni del questionario relative a valori richiesti dalla professione (sezione E), stili di lavoro (sezione F) e condizioni di lavoro (sezione H) ogni domanda esplora invece solo una dimensione.